Risparmi con la digitalizzazione e dematerializzazione dei documenti

Pubblicato in: Approfondimenti il giorno: 31 maggio 2012

Secondo l’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano, i risparmi generati nel 2011 dalla dematerializzazione dei processi ammontano a 200 miliardi di euro l’anno.

Lo studio rileva che nel 2011 cresce il numero di imprese che hanno intrapreso in Italia un percorso di Dematerializzazione e Digitalizzazione del Ciclo Ordine-Pagamento. Nel complesso più di 60.000 imprese hanno scambiato in formato elettronico almeno una parte dei documenti del Ciclo dell’Ordine o hanno portato in Conservazione Sostitutiva le Fatture (attive o passive): si tratta di circa un’impresa su due tra le grandi, un’impresa su sei tra le Pmi e meno dell’1% tra le Microimprese.

Conservazione dell’attivo:
–  Benefici: tra 1 € e 3 €/documento
–  Tempo di payback: 1 anno
–  Fonte beneficio: spazio e materiali

Conservazione del passivo:
–  Benefici: tra 1 € e 2 €/documento
–  Tempo di payback: 2 anni
–  Fonte beneficio: spazio, materiali e tempo di ricerca

Fatturazione elettronica non strutturata (solo dati):
–  Benefici: tra 4 € e 5 €/fattura
–  Tempo di payback: 2 anni
–  Fonte beneficio: trasmissione, spazio, materiali e ricerche

Fatturazione elettronica strutturata:
–  Benefici: tra 8 € e 12 €/fattura
–  Tempo di payback: 1 anno
–  Fonte beneficio: produttività del personale (meno persone)

Ciclo ordine – consegna – fatturazione – pagamento:
–  Benefici: tra 30 € e 80 €/ciclo
–  Tempo di payback: 1 anno
–  Fonte beneficio: produttività e maggiore accuratezza

Libri e registri contabili:
–  Benefici: tra 0,5 € e 1 €/pagina

FONTE: POLITECNICO DI MILANO – OSSERVATORI.NET – 2012

Se volete approfondire i temi in materia di Servizi di Gestione Documentale e Fatturazione Elettronica, contattateci per richiedere un incontro o chiamate il numero verde 800 120320.