Firmata la prima convenzione nazionale dei Poli archivistici

Pubblicato in: News il giorno: 21 novembre 2013

L’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, l’Archivio Centrale dello Stato e l’Agenzia per l’Italia Digitale hanno sottoscritto ad inizio agosto una convenzione operativa per la conservazione dei documenti informatici.

La convenzione è il primo esito di un più ampio accordo di collaborazione, sottoscritto lo scorso 25 luglio dall’Agenzia per l’Italia Digitale e dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, per definire e realizzare una rete nazionale dei poli conservativi distribuiti, e costituire un archivio nazionale della pubblica amministrazione italiana dedicato alla conservazione e all’accesso dei documenti amministrativi informatici. A questo primo accordo ha fatto seguito un’ulteriore intesa operativa, stipulata anche dall’Archivio Centrale dello Stato.
Oggetto della convenzione è l’analisi delle procedure tecniche ed organizzative adottate da ParER (Polo archivistico regionale per l'Emilia-Romagna) per la conservazione degli archivi digitali, al fine di contribuire alla predisposizione del modello di riferimento per la realizzazione dei poli conservativi.
Inoltre, la convenzione stabilisce che, in attesa della realizzazione del proprio polo di conservazione digitale, l’Archivio Centrale dello Stato potrà avvalersi della funzione di conservazione del Polo Archivistico, sia per quanto riguarda il proprio archivio digitale, sia per quanto riguarda gli archivi digitali ad esso versati dalle amministrazioni centrali dello Stato. Anche l’Agenzia per l’Italia Digitale conserverà presso ParER alcune tipologie documentali del suo archivio digitale.

Per ricevere aggiornamenti iscriviti alla nostra Newsletter

Clicca qui per scoprire il nostro Servizio di Conservazione digitale
 

Per maggiori informazioni o per chiedere un incontro, potete chiamare il numero verde