In Gazzetta Ufficiale la circolare sull’accreditamento dei conservatori

Pubblicato in: News il giorno: 02 giugno 2014

Con l’entrata in vigore delle regole tecniche, l’Agenzia per l’Italia Digitale ha emanato il provvedimento, e pubblicato la documentazione di riferimento, che definisce le modalità per l’accreditamento e la vigilanza sui soggetti che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici

Le Regole tecniche in materia di conservazione digitale e prtotocollo informatico erano state emanate lo scorso 3 dicembre e pubblicate nel supplemento ordinario n. 20 alla Gazzetta Ufficiale n. 59 del 12 marzo 2014.
Dall’11 aprile sono quindi ufficialmente in vigore e proprio tenendo conto di questo passaggio, l’Agenzia per l’Italia Digitale ha predisposto la Circolare n.65 del 10 aprile 2014, con la quale si definiscono le modalità per l’accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici.
La Circolare è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 89 del 16 aprile e, come specifica la stessa Agenzia, con la sua entrata in vigore viene abrogata e sostituita la Circolare DigitPA n. 59 del 29 dicembre 2011.
"Con la Circolare – si legge on line – l'Agenzia ha ridefinito le modalità per l’accreditamento e per la vigilanza dei soggetti che intendono conseguire i riconoscimenti più elevati in termini di qualità e sicurezza prevedendone l’iscrizione in un apposito elenco pubblico.La circolare si sofferma sui requisiti per l’accreditamento, sulle modalità di presentazione della domanda e sul correlato iter istruttorio, dettando anche le linee guida per la vigilanza".
Sempre nella stessa pagina, l'Agenzia fornisce anche la seguente documentazione di riferimento richiamata dalla Circolare: