Industria 4.0 e Digitalizzazione Aziendale: Investimenti e Programmazione

Pubblicato in: News il giorno: 29 febbraio 2016
In un’analisi del Politecnico di Milano per Agendadigitale.eu viene evidenziato come gli investimenti pubblici di Paesi come Stati Uniti e Germania abbiano prodotto una accelerazione nella digitalizzazione del comparto industriale e hanno permesso di conquistare un evidente vantaggio competitivo.

Industria 4.0 e Digitalizzazione Aziendale: i Dettagli dell’Analisi

In Gemania l’Industry 4.0 nasce come un vero e proprio piano di programmazione emerso in modo ufficiale anche con questa denominazione nel 2011 e fa riferimento a una volontà di azione e di programmazione del Governo tedesco per mantenere e accrescere la competitività della propria industria manifatturiera. Il tema centrale è quello della CPS (Cyber Physical System), basato su una ampia diffusione di IIoT (Industrial IoT) e una forte presenza di coordinamento pubblico che si appoggia a figure con competenze di eccellenza nell’ambito industriale, universitario e naturalmente dell’industria Ict.
Anche negli Stati Uniti l’anno di riferimento per questo importate passaggio è il 2011 quando prende vita l’APM (Advaced Manufacturing Partnership) e anche in questo caso sulla base di un impegno e di una volontà politica, nella fattispecie dell’Amministrazione Obama. L’obiettivo è quello di contribuire al rilancio dell’economia con una strategia volta a raggiungere e stabilire nuovi traguardi in termini di competitività.
Riguardo all’Italia il servizio di Agendadigitale.eu sottolinea che ancora manca un programma governativo nazionale e che in questa prospettiva l’impresa manifatturiera italiana ha non pochi elementi di similitudine con quella tedesca, in particolare nei settori della manifatura ad alta complessità tecnologica. Parimenti si evidenzia che ci sono anche settori caratterizzati da una logica di distretto, come moda e arredamento ad esempio, che si prestano a una lettura Industry 4.0 più vicina all’Advanced Manufacturing statunitense.

Industria 4.0 e Digitalizzazione Aziendale: la Situazione in Sintesi

In sintesi l’analisi del Politecnico sottolinea che il passaggio all’Industry 4.0 richiede un importante serie di investimenti pubblici e una visione del futuro dell’industria manifatturiera basata su una programmazione delle attività e degli interventi. Non ultimo si segnala l’importanza di sfruttare questo passaggio anche per la sua valenza di comunicazione e di marketing. Il termine Industry 4.0 è diventato una sorta di punto di riferimento anche in termini di proposizione marketing e commerciale dei valori che sostengono questo piano in Germania e molto probabilmente anche per l’Italia sarà utile valorizzare la prospettiva di sviluppo digitale del mondo Smart Manufacturing anche in chiave promozionale della nostra industria.

Passa anche tu all’Industria 4.0 e scopri di più sui nostri Servizi IT e sui numerosi vantaggi della Gestione Documentale digitalizzata!