La Smart mobility nelle città del futuro (prossimo)

Pubblicato in: Approfondimenti il giorno: 17 Gennaio 2019

Non c’è sfera della vita attuale, privata o pubblica che sia, nella quale le tecnologie digitali non solo abbiano accesso, e che ne vengano addirittura condizionate: non sfugge nemmeno l’ambito della mobilità.

Ci muoviamo sempre di più, sempre più velocemente e facilmente.

Rendere sempre più intelligenti i nostri spostamenti è l’obiettivo della Smart Mobility, un concetto le cui radici affondano in:

  • tecnologia
  • infrastrutture per la mobilità(parcheggi, reti di ricarica, segnaletica, veicoli)
  • soluzioni per la mobilità(che fanno propri i modelli della la sharing economy: si pensi a servizi come Blablacar, a programmi di car sharing o bike sharing)

La smart mobility punta a offrire un’esperienza di mobilità che sia:

  • flessibile: molteplici modalità di trasporto consentono a chi si sposta di scegliere quale di questa è la migliore in un determinato contesto
  • integrata: il tragitto completo è pianificato senza tener conto di quali mezzi di trasporto vengono usati
  • sicura: morti e feriti vengono drasticamente ridotti
  • efficiente: il viaggiatore è in grado di arrivare a destinazione con il minimo sforzo e nel più breve tempo possibile
  • conveniente

Mentre gli obiettivi a lungo termine sono:

  • riduzione del traffico
  • riduzione dell’inquinamento: dai veicoli che causano inquinamento ci si sposta verso quelli a zero emissioni
  • maggiore vivibilità delle nostre città
  • rafforzamento delle economie di scala e accessibilità per tutti.

In questa direzione si muove anche il “cambiamento” di Telepass che, proprio per rispondere alle nuove esigenze della mobilità urbana ed extra-urbana, permette di pagare col suo dispositivo anche la sosta nei parcheggi in struttura, delle strisce blu, dei taxi e del rifornimento attraverso l’app Telepass Pay, l’accesso alla ZTL di Milano e il traghettamento sullo Stretto di Messina.

E ha pure lanciato il pagamento con lo smartphone del carburante o della sosta in città e negli aeroporti, la prenotazione e il pagamento del bollo, il lavaggio dell’auto lì dove viene parcheggiata, l’attivazione istantanea di polizze assicurative per il viaggio o per le attività sportive come lo sci.

 

Alcuni di questi servizi sono possibili grazie a una sempre più attenta valorizzazione dei dati generati dalle tecnologie digitali. 

D’altronde, che si viva in un ecosistema costituito dall’interconnessione di più tecnologie digitali innovative capaci, sfruttando l’intelligenza artificiale e l’internet delle cose, di raccogliere enormi volumi di dati, archiviarli su Cloud in Big Data e di svolgere analisi sofisticate nel rispetto degli standard di cybersicurezza internazionali, è una condizione ormai assodata.

 

Enormi volumi di dati richiedono processi sempre più complessi di archiviazione, gestione, utilizzo, validazione, messa in sicurezza: tutti aspetti nei quali noi di Copying siamo ormai leader, grazie ad un’esperienza che conta oltre 35 anni di attività, che mettiamo a disposizione delle amministrazioni statali e delle imprese, piccole o grandi che siano.