Assistenza Rapida

Assistenza Rapida
Skip to main content

Buone notizie per tutte le aziende con progetti di digitalizzazione delle proprie attività. In arrivo direttamente dal MISE, il Ministero dello Sviluppo Economico, un nuovo decreto che prevede un supporto economico alle aziende, sotto forma di voucher, del valore massimo di 2500 euro. In totale, il MISE metterà a disposizione 609 milioni di euro disponibili per le aziende che aderiranno al bonus.

Il MISE non è nuovo ad iniziative del genere. L’idea del voucher per la digitalizzazione era già partita l’anno scorso con la diffusione di un bonus destinato alle famiglie per l’acquisto di computer e connessione internet, soprattutto per permettere ai figli di seguire le lezioni in DAD o di lavorare in smart working a seguito della pandemia. 

Ora il governo vuole dare la stessa opportunità alle aziende. L’obiettivo è sempre unico e comune: diventare tutti un po’ più digitali per contribuire allo sviluppo sociale ed economico del Paese, partendo proprio dalle industrie e dalle aziende che rappresentano il motore della nostra economia.

Andiamo a vedere il progetto nel dettaglio. 

In cosa consiste il Bonus Internet 2022?

Come già abbiamo detto, il Governo metterà a disposizione un totale di 609 milioni di euro per le aziende che richiederanno il bonus. 

Il voucher potrà avere diversi importi, da un minimo di 300 euro fino ai 2000, con una massima estensione ulteriore di 2500 euro per casi specifici. 

Il contributo sarà erogato a patto che i contratti prevedano un piano per l’incremento della velocità della connessione internet, partendo da un minimo di 30 Mbit/s a oltre 1 Gbit/s, e per quei contratti che dureranno almeno 18 mesi fino a un massimo di 36. I voucher più alti, quelli da 2500 euro, andranno a chi deciderà di aumentare la propria connessione internet a 1 Gbit/s, un cambio sicuramente più dispendioso. 

 

Quando si potrà richiedere il Bonus Internet 2022?

Il voucher sarà reso disponibile durante il corso del 2022, purtroppo non si ha ancora una data precisa. 

Quindi cosa sappiamo?

  • Le richieste del voucher verranno gestite direttamente dal MISE, specificatamente da Infratel Italia, la società in-house del Ministero e parte del gruppo Invitalia. 
  • A partire dall’apertura delle richieste, ci sarà una tempistica di 24 mesi per fare richiesta del bonus fino all’esaurimento dei 609 milioni a disposizione. 

Secondo i calcoli del MISE, abbiamo già una stima di quante aziende potranno accedere al contributo: da un minimo di 850.000 aziende ad un massimo di 1.400.000, in base anche a quanto saranno gli importi erogati.

L’opportunità di digitalizzare la tua impresa

La necessità di digitalizzare il paese e quindi anche le PMI, senza distinzione tra grandi e piccole imprese, è ormai sicuramente una priorità del governo, così come messo in luce anche nel Piano Nazionale di Resistenza e Resilienza (PNRR). 

È giusto far notare anche che già nella fase uno del progetto, con il voucher destinato alle famiglie, ben 90 milioni di euro sono stati avanzati a causa delle mancate richieste da parte delle famiglie italiane. Questi 90 milioni sono stati quindi reinvestiti nell’attuale Bonus Internet, portando così la cifra da 516 milioni di partenza a 609. 

Per assicurarsi che le risorse vengano effettivamente utilizzate al meglio, il MISE prevede una campagna di comunicazione e sensibilizzazione per invogliare le imprese a usufruire del voucher e portarle a fare quel passo in più verso il mondo digitalizzato.

Anche noi di Copying abbiamo a cuore questo tema e ci impegniamo ogni giorno a far passare questo semplice messaggio: la digitalizzazione non è solamente una cosa in più, un piccolo vantaggio. Bensì, ad oggi la digitalizzazione deve essere un requisito, uno standard che tutti dovrebbero seguire per offrire migliori esperienze ai propri clienti e a se stessi come azienda. 

Copying sostiene le aziende nel percorso verso la digitalizzazione e la dematerializzazione dei documenti, restando sempre attenti al tema della sostenibilità, così come nel tema della connettività. Offriamo anche varie soluzioni di firma elettronica tra cui la firma grafometrica e la firma otp. Siamo inoltre esperti nella gestione delle infrastrutture IT e nelle politiche di privacy e protezione dati, offrendo così alle aziende un servizio completo per la totale gestione del passaggio al digitale. 

Se desideri iniziare il tuo percorso di digitalizzazione, contattaci.