NSO – nodo di smistamento ordini cos’è?

Pubblicato in: Approfondimenti il giorno: 08 Luglio 2019

Dall’approvazione della legge di bilancio 2018 diventerà obbligatorio, a partire dal 1 ottobre 2019, per gli enti del servizio sanitario nazionale, gestire l’invio telematico di ordini e bolle di trasporto attraverso l’NSO.

L’NSO è una piattaforma predisposta dal ministero dell’economia e delle finanze per la trasmissione di documenti tra gli enti del servizio sanitario nazionale e i fornitori.

All’apparenza può sembrare un cambiamento tecnologico problematico ma l’NSO apporterà diversi vantaggi:

  • maggiore efficienza nei processi ordine-consegna

  • il monitoraggio accurato di tutto il business

  • ottimizzazione della parte amministrativa e contabile

  • maggiore qualità di servizio verso il tuo cliente

Adeguarsi sarà obbligatorio ed è quindi bene iniziare a pensarci da subito.

Come ci si collega al NSO?

La connsessione verrà effettuata tramite il protocollo WebService o un Access Point PEPPOL.

Sarà possibile adeguarsi all’obbligo in anticipo, questo favorirà sicuramente un passaggio più graduale e favorirà anche un apprendimento più consapevole della piattaforma.

Così come il sistema di fatturazione elettronica, il sistema NSO accetta file in formato UBL XML, uno standard internazionale per la crezione dei documenti digitali.

Il documento, trasmesso tramite Nodo Smistamento Ordini è quindi il file XML contenente i dati utili dell’ordine.

Il documento viene abbinato ad una busta di trasmissione, ovvero un file riportante tutte le informazioni su destinatario e mittente.

Entrambi questi file vengono inclusi nel messaggio da inviare all’NSO

Possiamo inviare quattro tipologie di ordine

L’ordine semplice viene emesso dal cliente (l’azienda pubblica del servizio sanitario nazionale) verso il fornitore.

L’ordine pre-concordato funziona invece al contrario quindi dal fornitore verso la pubblica amministrazione.

La risposta permette alla pubblica amministrazione di accettare, rifiutare e modificare un ordine precedentemente inviato dal cliente.

L’ordine di riscontro consente alla pubblica amministrazione di accettare, rifiutare e modificare ordini già concordati e inviati ai fornitori.

L’NSO sarà un obbligo e aziende come Copying possono affiancarti in questo percorso di adeguamento.