Nuovo passo avanti per il fascicolo sanitario elettronico

Pubblicato in: News il giorno: 27 marzo 2014

Via libera dalla Conferenza Stato-Regioni allo schema di decreto che fornisce dettagli sui contenuti, le responsabilità e il trattamento dei dati personali.

Da un articolo del Corriere delle Comunicazioni si apprende che lo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sul fascicolo sanitario elettronico è in via di elaborazione per ottemperare a quanto previsto dalla legge n. 221 del 17 dicembre 2012.
Sono previsti n tutto 30 articoli, strutturati in sette capi che disciplinano la responsabilità e i compiti dei soggetti coinvolti, le garanzie e le misure di sicurezza da adottare nel trattamento dei dati personali.
L’obiettivo è presentare in modo chiaro le disposizioni per le tre diverse finalità perseguite dal Fse: cura, ricerca e governo.
Nel Fse dovranno essere contenuti uno “zoccolo duro” di dati, uguale in tutte le Regioni (oltre ai dati identificativi dell’assistito, referti, verbali di pronto soccorso, lettere di dimissione, dossier farmaceutico, consenso o diniego alla donazione di organi) e altri dati integrativi la cui alimentazione è lasciata alle scelte regionali (ad esempio: prescrizioni specialistiche e farmaceutiche, prenotazioni specialistiche e di ricovero, cartelle cliniche, Adi, erogazioni di farmaci, vaccinazioni, certificati medici, esenzioni).
Ma il Fse conterrà inoltre un “taccuino personale dell’Assistito” all’interno del quale potrà inserire autonomamente dati e documenti personali sui propri percorsi di cura, effettuati anche in strutture private.